bio

Margherita Morgantin è nata a Venezia, si è laureata in Architettura all’ I.U.A.V., in Fisica Tecnica, studiando metodi di previsione della luce naturale.
 
È’ artista visiva. Il suo lavoro si articola in linguaggi diversi che spaziano dal disegno al testo alla performance. Ha partecipato a mostre d’arte contemporanea in Italia e all’estero, presso Musei, Istituzioni pubbliche e private. Nel corso della sua pratica ha collaborato con molti artisti/e e coreografi. Ed è parte del collettivo filosofico femminile Diotima.
 
Insegna Anatomia artistica, Illustrazione scientifica, e Tecniche performative all’Accademia di Belle Arti di L’Aquila.
 
Ha pubblicato un libro di testi brevi e disegni: Titolo variabile, Quodlibet, 2009;  Agenti autonomi e sistemi multiagente, (con Michele Di Stefano), Quodlibet, 2012; Wittgenstein, disegni sulla certezza, Nottetempo 2016; e Lo spazio dentro (con Maddalena Buri), Nottetempo e-pub, 2020.
 
Lavora anche come Pawel und Pavel, progetto collaborativo di scrittura e performance, avviato nel 2013 con Italo Zuffi.
 
Mostre personali e progetti speciali : Wo(o)lf, Raid-L’Aquila, Installazione permanente nel Sottopassaggio di Viale Gran Sasso, L’Aquilan(2019); Embracing the moment, Beatrice Burati Anderson Art Space and Gallery, Venezia. (2018);Dove sei, Centro tedesco per l’Arte Contemporanea di Villa Romana, Firenze (2017); IV vetrina, Libreria delle Donne di Milano (2016); 190 cm circa, Biennale Danza, Venezia (2014); 2-495701, Galleria Continua, San Gimignano (2013);Accademie Eventuali, Museo della Città di Bologna (2012); Educazione europea, Contemporaneact, Bxl (2010); Air drawing, Galleria Continua, San Gimignano (2009); Margherita Morgantin, Galleria Civica del Contemporaneo, Mestre (2009).
Mostre collettive:Doing deculturalization, MUSEION Bolzano (2019)  a cura di Ilse Lafer; Vetrine di libertà, Fabbrica del Vapore, Milano,  a cura di Francesca Pasini (2019); Biennolo, Ex-stabilimento Cova, a cura di ArtCityLab, Milano (2019); ArtAndarXporte, Palazzo Archinto, a cura di ArtCityLab, Milano (2017)Flow, Basilica Palladiana, Vicenza; Chaotic Passion, Museo di Villa Croce, Genova (2015),  Follia Continua!, Centquatre, Paris (2015); Synchronicity, Museo di Palazzo Pretorio, Prato (2015); Chromo memory line, August in Seoul, in Line rangersdi Michele Di Stefano, Seoul Art Center, Corea (2014); Italia Tropici 3, Angelo Mai Altrove Occupato, Roma (2014); Glitch, PAC, Milano (2014); Autoritratti,Mambo, Bologna (2013); Terre vulnerabili, Hangar Bicocca, Milano (2011). Squares of Rome, MOCA, Shanghai, China (2010); Passaggi a sud-est, Storie, memorie, attraversamenti, PAC, Ferrara.Sweet taboo, Tirana Biennale 3 episode II, Kompleksi-Goldi, Tirana, Albania. (2004)Empowerment / Cantiere Italia, Museo d’arte contemporanea di Villa Croce, Genova;Main video screenings:Anteprima artists’ video and film screening, Italian Institute of Culture in Istanbul, Turkye. (2010) Videoreport(2009/2010)GalleriaComunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone ;’re.act.feminism’, for the Berlin based association ‘cross links e.vInternational Festival of Contemporary Art City of Women in Ljubljana – weiter ins Kunsthaus, Erfurt, DE 2009;Moscow International film festival, Oktyabr movie theatre, Mosca, RU (2006).

http://www.xing.it/person/572/margherita_morgantin

https://www.galleriacontinua.com/artists/margherita-morgantin-49

http://www.beatriceburatianderson.com/en/artisti-rappresentati/margherita-morgantin/

bio →
extended version →